SCUOLA PRIMARIA STATALE “LUIGI ROSSI” - LA STORIA
(Da piazza Amiani a Via De’ Tonsis: un ritorno alle origini)

Lo storico edificio, noto a gran parte della cittadinanza come “la scola de San Flipp”,  fu eretto dal Comune sull’area ove sorgeva l’ex convento di San Filippo.
La sua completa demolizione portò alla costruzione della struttura scolastica, divenuta in seguito uno dei monumenti della città. L’immagine dell’intero quartiere mutò radicalmente anche grazie alla realizzazione della piazza antistante, destinata a pubblico giardino.

L’edificio, progettato dall’architetto Giuseppe Balducci, fu reso agibile intorno al 1900; inizialmente vi furono ospitate tutte le classi maschili del capoluogo; quelle femminili rimasero nella sede dell’ex convento di Santa Maria Nuova.

Fino al giugno 1998 numerose generazioni di alunni hanno frequentato le aule della Scuola “Luigi Rossi”.
Nel settembre dello stesso anno le classi furono trasferite nell’attuale plesso scolastico di via De’ Tonsis.

L’antica sede di Piazza Amiani continua ad esercitare un importante ruolo culturale in virtù dell’attivazione di una biblioteca multimediale contemporanea, resa possibile grazie all’impegno finanziario della Fondazione Montanari.

 

NOTE BIOGRAFICHE

Dal 1935 l’edificio scolastico di Piazza Pier Maria Amiani è intitolato a Luigi Rossi che, a partire dal 1894 e per oltre 30 anni, diresse l’istruzione primaria del Comune di Fano.

Nato a S. Arcangelo di Romagna il 23 febbraio 1851, Luigi Rossi morì a Fano l’11marzo1934.

Innovatore di metodi educativi, fu autore di apprezzate opere didattiche dalle quali emerge il rifiuto dello scetticismo, dell’indifferenza, del disinteresse, della superficialità. Educare, secondo Luigi Rossi, significa possedere in alto grado la passione e la fede nell’opera che si è chiamati a svolgere.

Durante la Prima Guerra mondiale, con oculatezza e competenza, Luigi Rossi assicurò a tutte le scuole elementari del Comune, anche nei momenti più critici, una piena regolarità di funzionamento. Creò nuove classi per accogliere i bambini di famiglie profughe immigrate a Fano dopo Caporetto. Promosse inoltre generose iniziative affinché la scuola contribuisse efficacemente all’assistenza morale e materiale dei figli bisognosi dei combattenti, dei profughi e delle loro famiglie.

Sulla scia di tale orientamento sociale e pedagogico la Scuola Primaria “Luigi Rossi” rappresenta ancora oggi un ambiente educativo caratterizzato da accoglienza, attenzione e dialogo fra diverse culture.

 

Al ricordo di Luigi Rossi è doveroso affiancare la memoria di un laborioso gruppo di insegnanti che contribuì concretamente al rigoglioso sorgere di questa illustre scuola fanese. Ecco alcuni nomi: Evaristo Scarponi, Aciscolo Elich, Cesare Bertozzi, Luigi Terenzi, Enrico De Sanctis, Giacinto Moscatelli, Ernesto Jacucci, Alessandro Alimenti, Assunta Bonazzelli, Giovanna Gaggi, Adalcisa Pier Santini, Settimia De Sanctis, Climene Antognoni, Anna Peroni, Giulia Ghiroli, Virginia Giuliani, Maria Amiani…

 

CONTINUITÀ E INNOVAZIONE

L’edificio adiacente alla Chiesa di Santa Maria Nuova aveva già ospitato le scuole pubbliche comunali allo scorcio del XIX secolo (classi femminili); oggi la struttura è stata arricchita da numerosi sussidi e interessanti soluzioni tecniche molto utili ai fini dell’accoglienza delle scolaresche e della progettazione didattica.

  • Scienze motorie e sportive: una palestra, un ampio giardino, un campetto per le attività di gioco – sport (mini – volley e mini basket).
  • Didattica laboratoriale: laboratorio di pittura e attività manuali; aula di musica; due aule per didattica inclusiva (sostegno, recupero, potenziamento).
  • Lingue straniere: aula di inglese (video proiettore, schermo, altoparlanti, …).

  • Potenziamento linguistico - educazione all’immagine: biblioteca (numerosi libri di letteratura per l’infanzia; PC, video proiettore, schermo, altoparlanti, TV color, lettori DVD e VHS).
  • Informatica: laboratorio con postazioni multimediali e collegamento ad INTERNET (20 video terminali); rete wireless in tutto l’edificio (aule e laboratori).
  • Aula magna: POLIFUNZIONALE (riunioni, assemblee di genitori, docenti, alunni;  esperienze musicali e teatrali, visione di documentari, film e didattica interattiva mediante LIM).
  • DIECI aule per le attività curriculari.
  • Sala insegnanti (riunioni di classe e di plesso) – Documentazione pedagogica. Archivio didattico.
  • Abbattimento barriere architettoniche: l’edificio è dotato di due ascensori, uno all’ingresso, per salire al primo piano e uno per accedere al giardino (entrambi utili per venire incontro alle esigenze di soggetti portatori di temporanee o permanenti disabilità motorie).

 

 

amministrazione trasparente

 

amministrazione trasparente

 

Obiettivi di Accessibilità

 

amministrazione trasparente

 

banner servizi onlie 

Iscrizioni

 

La Scuola in Chiaro

 

Banner IoScelgoIoStudio

 

Iscrizioni Online

 

MIUR

 

Collegamenti Utili

 

AU. MI. RE. Marche

La Bussola della Trasparenza

eco school bot
Noi PA

 

Comenius

 

Progetto Comenius ROHROL

 

Progetto Comenius ROMITA

 

Progetto Comenius EMP

 

 

Privacy    -    Note Legali    -    Responsabile Pubblicazione

Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI PADALINO

SECONDARIA G. Padalino, Via Lanci 2,  Tel 0721 801439  /  Fax 0721 837567

PRIMARIA L. Rossi, Via De Tonsis 2, Tel-Fax 0721 803833

INFANZIA Collodi, Via Dirindella sn, Tel-Fax 0721 807281

61032 Fano PU  /  Codice Fiscale 90020700416

Mail psic830007@istruzione.it  /  PEC psic830007@pec.istruzione.it